Guida di Bogotà, Colombia

La storia di Bogotà


Santa Fé de Bogotá fu fondata nel 1538. Il suo nome fu abbreviato in Bogotà dopo l'indipendenza dalla Spagna nel 1824, ma fu poi ripristinato come Santafé de Bogotà.

Fino alla metà del 1900 la città era piuttosto provinciale, sede burocratica di attività governative e intellettuali. Le industrie principali erano i birrifici, i tessuti di lana e la produzione di candele. I residenti - o Bogotanos - erano considerati dal resto del Paese taciturni, freddi e distaccati. I bogotani si consideravano intellettualmente superiori ai loro compatrioti.

L'economia di Bogotà


Oltre ad essere la capitale, Bogotà è il più grande centro economico della Colombia. La maggior parte delle aziende colombiane ha sede a Bogotà, dove si trova la maggior parte delle aziende straniere che operano. È anche il centro del principale mercato azionario della Colombia. Qui si trovano gli uffici principali della maggior parte delle aziende produttrici ed esportatrici di caffè e dei coltivatori di fiori. Il commercio di smeraldi è un'attività molto importante a Bogotà. Ogni giorno nel centro della città vengono acquistati e venduti milioni di dollari di smeraldi grezzi e tagliati prodotti nel Paese.

La città


Bogotà è divisa in zone, ognuna con le proprie caratteristiche:

Zona 1 Norte: è la zona più moderna e di lusso. I quartieri a più alto reddito, i principali centri commerciali e i migliori ristoranti, centri commerciali e vita notturna si trovano nella Zona Rosa.
Zona 2 Noroccidente: La città si estende in questa direzione.
Zona 3 Occidente : Questo settore occidentale contiene aree industriali, parchi, l'università nazionale e l'aeroporto di El Dorado.
Zona 4 Sur: le aree industriali e i grandi barrios della classe operaia si trovano a sud.
Zona 5 Centro: il settore centrale è la principale e più importante area commerciale, culturale, governativa e finanziaria della città.
Zona 6: questa zona comprende le aree circostanti.
Zona 7: questa zona comprende le altre città.

Le montagne


La maggior parte dei luoghi di interesse per i visitatori si trova nelle aree centrali e settentrionali della città. Bogotà. La città si è espansa dal centro coloniale, dove si trovano la maggior parte delle grandi chiese. Le montagne fanno da sfondo a est della città.

La vetta più famosa è il Cerro de Montserrat, a 3.030 metri. È uno dei luoghi preferiti dai bogotani che vi si recano per la vista spettacolare, il parco, l'arena, i ristoranti e un famoso sito religioso. La chiesa, con la statua del Cristo caduto Señor Caído, si dice sia un luogo di miracoli. Per raggiungere la vetta è necessario salire centinaia di scale, il che non è consigliabile. È possibile salire anche con la funivia, attiva tutti i giorni dalle 9.00 alle 23.00, o con la funicolare, attiva solo la domenica tra le 5.30 e le 18.00.

Le chiese


La maggior parte dei siti storici si trova nel quartiere La Candelaria, la parte più antica della città. Meritano una visita il Palazzo Municipale del Campidoglio e diverse chiese:

San Francisco: costruita nel 1567, questa chiesa è riccamente decorata con un enorme altare in legno e colonne ricoperte di foglie d'oro.
Santa Clara: costruita all'inizio del XVII secolo, questa chiesa a navata unica presenta magnifici affreschi completamente restaurati. Oggi è un museo. Il suo convento di suore, un tempo di clausura, è ora smantellato, ma la chiesa conserva un eccezionale paravento che un tempo serviva a nascondere il coro delle suore.
San Ignacio: ispirata alla chiesa di San Jesús de Roma, questa chiesa riccamente decorata presenta navate molto alte, altari barocchi e sculture di Pedro de Laboria.
San Agustín: Costruita nel 1637, è una delle chiese più antiche del Bogotà ed è stato restaurato. Tra le sue caratteristiche più rilevanti vi sono gli altari barocchi, il coro e le belle proporzioni.
Le chiese di La Tercera, La Veracruz, La Catedral, La Capilla del Sagrario, La Candelaria la Concepción, Santa Bárbara e San Diego meritano una visita se il tempo lo permette.

I musei


La città ha una serie di grandi musei. La maggior parte di essi può essere visitata in un'ora o due, ma assicuratevi di lasciare del tempo per il Museo del Oro, che ospita più di 30.000 pezzi di oreficeria precolombiana. Il museo è come una fortezza che protegge i tesori al suo interno, tra cui la piccola barca Muisca che rappresenta il rituale del lancio dell'oro nel lago Guatavita per placare gli dei. Il museo espone anche croci con smeraldi e diamanti del periodo coloniale.

Altri musei interessanti sono

Museo Colonial: ospitato nell'ex monastero gesuita costruito intorno al 1640, questo museo presenta la vita e i tempi del Vicereame.
Museo de Arte Religioso: espone una collezione di arte religiosa popolare del periodo coloniale.
Museo de Arte Moderno: questo museo ospita opere di artisti contemporanei.
Quinta de Bolívar: situata ai piedi del Cerro Montserrate, la magnifica casa di campagna di Simon Bolívar espone i mobili, i documenti e gli oggetti personali del Liberatore e della sua amante Manuela Sáenz. Non perdetevi una passeggiata nei prati e nei giardini.
Altri musei di rilievo sono il Museo Arqueológico Museo de Artes y Tradiciones Populares Museo del Siglo XIX Museo de Numismática e il Museo de los Niños.

Tesori archeologici e storici


Potreste essere interessati al modello della Ciudad Perdida, la città perduta di Taironas, scoperta vicino a Santa Marta nel 1975. La scoperta di una città più grande di Machu Picchu è uno dei più importanti ritrovamenti archeologici del Sud America. Il punto forte di ogni visita al Museo dell'Oro è il caveau, dove piccoli gruppi di visitatori possono entrare in una stanza buia e rimanere sorpresi quando le luci rivelano le 12.000 monete che contiene.

Il Museo Nacional de Colombia presenta una gamma più ampia di mostre di rilevanza archeologica, etnica e storica. Il museo è ospitato in una prigione progettata dall'americano Thomas Reed. Le celle sono visibili da un unico punto di osservazione.

La Cattedrale di Zipaquira o Cattedrale del Sale non si trova nella città vera e propria, ma vale la pena percorrere le due ore di strada verso nord. La cattedrale è costruita in una miniera di sale sfruttata molto prima dell'arrivo degli spagnoli. Negli anni '20 è stata creata un'enorme caverna, così grande che il Banco de la Republica ha costruito una cattedrale alta 23 metri per ospitare 10.000 persone. I colombiani vi diranno che nella miniera c'è ancora abbastanza sale da rifornire il mondo per 100 anni.

C'è abbastanza da vedere in Bogotà per tenervi occupati per diversi giorni. Quando ne avrete abbastanza di musei e chiese, la città offre una vita notturna attiva con ristoranti, teatri e altro ancora. Visitate l'elegante Teatro Colón durante uno spettacolo: è l'unico momento in cui il teatro è aperto.

Come muoversi


Gli spostamenti in città sono semplificati dalla denominazione delle strade. La maggior parte delle strade antiche si chiamano carreras e corrono in direzione nord/sud. Le calles vanno da est a ovest e sono numerate. Le strade più recenti possono essere avenidas circulares o transversales.

Il trasporto in autobus è eccellente in Bogotà. Sulle strade della città circolano autobus di grandi dimensioni, autobus più piccoli chiamati busetas e il microbus o colectivo. I moderni autobus articolati del Transmilenio percorrono alcune delle strade principali e la città sta lavorando per aggiungere percorsi.

Le biciclette abbondano in città. La ciclorrutas è un'estesa pista ciclabile che serve tutti i punti della bussola.

Prendete le dovute precauzioni


Sebbene il livello di violenza a Bogotà e nelle altre principali città colombiane stia diminuendo, esiste ancora il rischio di atti terroristici al di fuori dei confini della città da parte di varie fazioni che si ribellano al governo, alla riduzione del traffico di droga e all'assistenza degli Stati Uniti nell'eradicazione dei campi di coca. La Guida ai luoghi pericolosi di Fielding afferma:

"La Colombia è attualmente il luogo più pericoloso dell'emisfero occidentale e forse del mondo, perché non è considerata una zona di guerra ..... Se viaggiate in Colombia, potreste essere presi di mira da rapinatori, sequestratori e assassini... Nel dipartimento di Antioquia, civili e militari vengono regolarmente fermati ai posti di blocco, trascinati dalle loro auto e giustiziati sommariamente. I turisti vengono drogati nei bar e nelle discoteche, derubati e uccisi. Espatriati, missionari e altri stranieri sono i bersagli preferiti dei gruppi terroristici che li rapiscono per riscatti oltraggiosi che ammontano a milioni di dollari".
Se andate a Santafé de Bogotà o in qualsiasi altro luogo della Colombia, fate molta attenzione. Oltre alle precauzioni che prendereste in qualsiasi grande città, prendete le seguenti misure:

Comunicate al vostro consolato la vostra presenza e i vostri programmi di viaggio.
Tenete sempre con voi il passaporto. Può essere richiesto in qualsiasi momento. Se avete dubbi su chi vi chiede di vedere i vostri documenti, chiamate un qualsiasi agente di polizia in uniforme.
Portate con voi solo il denaro necessario e tenetelo vicino alla pelle.
Non indossare gioielli o orologi di valore.
Non camminate da soli di notte o in zone disagiate. Evitare le aree dubbie. Le donne non dovrebbero viaggiare da sole sui taxi.
Non accettate dolci, sigarette, bevande o cibo dagli sconosciuti. Possono essere drogati con la burundanga, che toglie la volontà e la memoria e fa svenire. Un'overdose può essere fatale.
Essere al corrente delle notizie e degli eventi locali. State lontani dai punti caldi.
Non raggiungere a piedi il Cerro Montserrate.
Siate consapevoli, attenti e sicuri per godervi il vostro viaggio!

Trovate tutte le informazioni turistiche sulla città e sui quartieri di Bogotà: //www.guidebogota.com/

it_ITItalian